SISTRI: Continua il doppio binario per tutto il 2017

sistri

Vi riportiamo il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri:

Viene prorogato fino al 31 dicembre 2017 il subentro del nuovo concessionario e il periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri). È altresì prorogato fino al subentro del nuovo concessionario e comunque non oltre il 31 dicembre 2017 anche il dimezzamento delle sanzioni concernenti l’omissione dell’iscrizione al Sistri e del pagamento del contributo per l’iscrizione stessa.

Quindi per tutte le imprese assoggettate al SISTRI continua ad applicarsi il doppio binario e le sanzioni applicabili per la tracciabilità dei rifiuti sono quelle relative alla corretta gestione del registro di carico e scarico rifiuti e dei formulari di identificazione rifiuti.

Inoltre restano validi gli obblighi di iscrizione al SISTRI per le imprese obbligate ed il versamento del contributo SISTRI per le categorie di iscrizione.

Le sanzioni per l’omesso pagamento del contributo di iscrizione al SISTRI e la mancata iscrizione restano dimezzate.

Attendiamo di vedere pubblicato il decreto milleproroghe per saperne di più.

Ambiente&Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

SISTRI il nuovo decreto per la tracciabilità informatica dei rifiuti

sistriE’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 Maggio 2016 n. 120 il Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del mare 30 Marzo 2016 n. 78 che introduce nuove regole sulla tracciabilità informatica dei rifiuti.

In realtà siamo già abituati a grandi proclami per poi accorgerci che in realtà non c’è nulla di nuovo sotto il sole, e con questo decreto non sembra che la regola sia stata scombussolata.

Il decreto in effetti introduce alcune novità ma di fatto ricalca ed in parte riscrive quanto già conoscevamo grazie alla miriade di decreti che in passato hanno reso lunga la vita del SISTRI.

I punti principali che il testo normativo affronta sono:

  • La gestione dei flussi di informazioni acquisiti e chi deve controllarli;
  • Iscrizione al SISTRI (obbligatoria e volontaria) con un riepilogo aggiornato dei soggetti coinvolti;
  • Monitoraggio degli impianti di smaltimento e di recupero;
  • Coordinamento tra soggetti iscritti e non iscritti e responsabilità del produttore e dell’impianto;
  • Procedure speciali
  • Modalità operative semplificate
  • Catasto dei rifiuti

Il decreto non è esaustivo e fa una serie di rinvii ad appositi decreti che il Ministero dovrà emanare ed apposite guide che potrete trovare sempre sul sito http://www.sistri.it

Ciò che appare chiaro è la volontà di stringere il cappio intorno a chi gestisce illecitamente i rifiuti andando ad intensificare i controlli su tutti i soggetti che partecipano alla filiera dei rifiuti.

Nei prossimi giorni pubblicheremo un articolo ad hoc su questo decreto cercando di sviscerarlo per voi nei minimi dettagli così da darvi informazioni aggiornate su come gestire i vostri rifiuti ed il vostro SISTRI.

DM_78_30_marzo_2016

Allegato-I

Allegato-II

Ambiente & Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei Vostri rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

SISTRI partito

sistriE’ ufficiale quindi la partenza del SISTRI che da oggi prende il via e “rivoluziona” il modo di gestire i rifiuti pericolosi. Tra eccezioni, “semplificazioni”, dubbi, incertezze e perplessità dell’utenza ieri è stata pubblicata la circolare esplicativa, tanto attesa, che dovrebbe risollevare gli animi dei più apprensivi…ma è proprio così?

Certamente nei prossimi giorni vedremo delle novità, assisteremo a rallentamenti nel trasporto dei rifiuti pericolosi, osserveremo ed impareremo come risolvere le problematiche che si presenteranno e che il SISTRI non ha risolto nè previsto nei suoi manuali.

Ambiente & Rifiuti resta sempre a vostra disposizione per darvi supporto in questa nuova avventura SISTRIANA e nel frattempo vi segnala il link della circolare: http://www.sistri.it/Documenti/Allegati/Circolare_SISTRI.pdf