Scadenze Ambientali Aprile 2016

78-Immagine4Come ogni anno, Aprile è un mese ricco di scadenze ambientali ed è corretto avere un promemoria a portata di mano per verificare se si è in regola o meno.

Entro il 30 Aprile le imprese obbligate dovranno:

  • Presentare la comunicazione MUD relativa ai rifiuti prodotti/trasportati/gestiti nel corso del 2015. Vi ricordiamo che il MUD può essere presentato in forma telematica o cartacea (esclusivamente per la versione semplificata e per chi ne ha i requisiti). Per ulteriori informazioni visitate la sezione MUD del nostro sito;
  • Effettuare il pagamento del contributo annuale obbligatorio SISTRI. Per conoscere l’importo è necessario accedere al proprio dispositivo SISTRI ed accedere all’area pagamenti della sezione “Gestione Azienda”;
  • Effettuare il pagamento dei diritti annuali di iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali. Qualunque impresa iscritta all’Albo Gestori Ambientali (categorie 1 – 2 bis – 3 bis – 4 – 5 – 6 – 8 – 9 -10) dovrà accedere alla propria area riservata sul sito web dell’ANGA, cliccare sul pulsante diritti ed effettuare il pagamento dell’importo calcolato dovuto. Vi ricordiamo che sono già due anni che l’ANGA non invia più i bollettini precompilati per il pagamento, pertanto non attendente inutilmente il decorrere dei termini. Il mancato pagamento dei diritti di iscrizione comporta la sospensione d’ufficio della propria autorizzazione;
  • Effettuare il pagamento dei diritti annuali di iscrizione al registro delle imprese che svolgono l’attività di recupero rifiuti in procedura semplificata;
  • Effettuare la dichiarazione RAEE al cdc RAEE per tutti gli impianti che stoccano e recupero RAEE e che dal 2014 hanno presentato la propria iscrizione al CdC RAEE secondo il D.Lgs 49/2014;
  • I produttori di AEE devono presentare l’apposito dichiarazione annuale;
  • Gli impianti di stoccaggio e trattamento rifiuti autorizzati in procedura semplificata in Puglia, dovranno presentare l’apposita comunicazione richiesta dalle prescrizioni autorizzative.

Noi siamo a vostra disposizione per informazioni e chiarimenti.

Ambiente & Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

Scadenze del mese di Maggio

Tipologia di adempimento Scadenza Normativa di riferimento
Termine entro il quale i consorzi nazionali per i grassi vegetali ed animali trasmettono ai ministeri una relazione tecnica sull’attività complessiva sviluppata agli stessi e dai loro singoli aderenti nell’anno solare precedente 31/05/2012 D.Lgs. 152/2006 ar. 233 c.11
Termine entro il quale i consorzi nazionali per gli oli minerali usati trasmettono ai ministeri una relazione tecnica complessiva sviluppata dagli stessi e dai lori singoli aderenti nell’anno solare precedente 31/05/2012 D.Lgs. 152/2006 art. 235 c. 13
Gestione Pneumatici Fuori Uso (PFU) Entro questa data i produttori o gli importatori di pneumatici o loro consorzi devono inviare al  Ministero dell’Ambiente, con il Modulo (cartaceo) dell’allegato A del D.M. 82/2011, la comunicazione annuale delle quantità e e tipologie di pneumatici immessi sul mercato del ricambio nell’anno solare precedente 31/05/2012 D.M. 82/2011
Gestione Pneumatici Fuori Uso (PFU) Comunicazione annuale delle quantità , tipologie e destinazioni di recupero o smaltimento. Entro questa data i produttori o gli importatori di pneumatici o loro Consorzi devono inviare al Ministero dell‘ Ambiente , con il Modulo dell’allegato B (cartaceo) del D.M. 82/2011, la comunicazione annuale delle quantità, tipologie e destinazione di recupero o smaltimento di PFU provenienti dal mercato di ricambio e gestiti nell’anno solare precedente. In allegato occorre inviare anche il rendiconto economico della gestione 31/05/2012 D.M. 82/2011
Gestione Pneumatici Fuori Uso (PFU) conguaglio del contributo. Entro questa data, annualmente, i produttori e gli importatori di pneumatici che aderiscono ad un Consorzio devono effettuare il conguaglio del contributo ambientale per la gestione dei PFU che trasferiscono mensilmente al Consorzio stesso 31/05/2012 D.M. 82/2011

 

Sintesi obbligo SISTRI e MUD

Viste le varie divagazioni fatte sulle proroghe del SISTRI e del MUD nei precedenti articoli, ritengo sia necessario fare una breve sintesi degli obblighi inerenti.

Il Decreto, lascia invariata la deroga prevista per i piccoli produttori di rifiuti pericolosi per i quali l’avvio operativo non sarà antecedente al 1 ° Giugno 2012.

Il MUD è ufficialmente prorogato al 30 aprile 2012.

Come tutti sappiamo, una volta entrato in vigore il SISTRI, si renderà necessario presentare un nuovo MUD relativo ai mesi compresi tra il 1° Gennaio dell’anno di entrata in vigore del sistema di tracciabilità dei rifiuti ed il giorno di entrata in vigore del sistema. Pertanto, allo stato attuale dei fatti e con le proroghe ormai ufficiali, entro il 2 Ottobre 2012, dovrà essere presentata la dichiarazione MUD relativa al periodo che va dal 1° Gennaio 2012 e il 2 Aprile 2012.

Di seguito un riassunto che potrà essere utile a tutti per programmare le prossime scadenze:

– 2 Aprile 2012: Avvio operativo del SISTRI (sono esclusi i piccoli produttori di rifiuti pericolosi)

– 30 Aprile 2012: Presentazione dichiarazione MUD relativa ai dati del 2011

– 2 Ottobre 2012: Presentazione dichiarazione MUD relativa al periodoc che va dal 1° Gennaio 2012 al 2 Aprile 2012.