MUD 2019 – Novità nel nuovo modello e termini di presentazione

Come vi avevamo anticipato nel precedente articolo, eravamo in attesa di conoscere quale sarebbe stato il modello da utilizzare per la dichiarazione MUD per l’anno 2019 relativo alla gestione dei rifiuti del 2018.

Con la pubblicazione sul supplemento ordinario n. 8 alla Gazzetta ufficiale n. 45 del 22 febbraio 2019, possiamo leggere il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 dicembre 2018 recante “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2019”.

Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 Dicembre 2018 viene quindi disposto il nuovo modello MUD da utilizzarsi per l’anno 2019.

Stando a quanto riportato sul sito Ecocerved, vista la pubblicazione del decreto entro il 1° Marzo 2019, i termini di presentazione del MUD, di 120 giorni dalla pubblicazione del decreto, decorrono da oggi. Pertanto la scadenza del MUD è fissata al 22 Giugno 2019.

 

Legge 36 Gennaio 1994 n. 70

Art. 6 Disposizioni transitorie

  1. Ai fini di cui al comma 1, il termine di presentazione del modello unico di dichiarazione di obblighi periodici, è fissato al 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento, fermi restando i termini previsti in caso di obblighi che abbiano carattere non periodic.

2-bis Qualora si renda necessario apportare, nell’anno successivo a quello di riferimento, modifiche ed integrazioni al modello unico di dichiarazione ambientale, le predette modifiche ed integrazioni sono disposte con D.P.C.M., da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale entro la data del 1° Marzo; in tale ipotesi, il termine di presentazione del modello è fissato in 120 giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del predetto decreto.

 

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 Dicembre 2018 è completato dai seguenti 4 allegati:

 

Allegato 1 – Articolazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD)

Allegato 2 – Sezione rifiuti e sezione anagrafica semplificate

Allegato 3 – Sezione rifiuti e sezione anagrafica

Allegato 4 – Indicazioni per la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) via telematica

 

Forniremo come ogni anno un approfondimento sul tema per fornire a tutti i nostri clienti il supporto necessario alla corretta presentazione del MUD.

 

Ambiente&Rifiuti – Consulenza Tecnica per la Gestione dei rifiuti

Ing. Vito la Forgia  – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

Annunci

MUD 2019 – Nuovo modello per il 2019?

Per la dichiarazione MUD 2019, relativa alla gestione dei rifiuti avvenuta tra il 1° Gennaio 2018 ed il 31 Dicembre 2019, sembrerebbe sia in arrivo un nuovo modello di dichiarazione i cui contenuti non sono ancora stati resi noti.

Si è in attesa della pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Nel frattempo quindi non sono accessibili i servizi telematici di elaborazione e trasmissione del MUD per quest’anno.

Se il nuovo DPCM venisse pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro il 1° Marzo 2019, il termine fissato per la presentazione della dichiarazione MUD è fissato, sulla base di quanto stabilito dalla Legge 70/1994 in 120 giorni a decorrere dalla data di pubblicazione.

Se il nuovo DPCM venisse invece pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale successivamente alla data del 1° Marzo 2019, la presentazione del MUD avverrà con le modalità solite già utilizzate per l’anno 2018 e la scadenza resta fissata al 30 Aprile 2019.

 

Ambiente&Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

Aggiornamento sezione – Valuta la gestione dei rifiuti nella tua impresa

Grazie a tutti i consigli che abbiamo ricevuto da parte delle imprese che hanno voluto compilare il questionario “Valuta la gestione dei rifiuti nella tua impresa”, abbiamo aggiornato la sezione per renderla più completa e dettagliata.

Ogni aspetto  in più che ci è stato consigliato di valutare ci permette di comprendere meglio le dinamiche interne della vostra gestione dei rifiuti e darvi una valutazione più completa e precisa.

In questo modo potrete valutare voi stessi se la gestione dei rifiuti nella vostra impresa è conforme ai dettati normativi o se ha bisogno di qualche correzione.

Imparare a gestire correttamente i propri rifiuti, anche con l’aiuto di un consulente esterno, è importante dal punto di vista economico (spese di gestione dei rifiuti ed eventuali sanzioni) e dal punto di vista organizzativo.

Non ci stancheremo mai di ripetere ai nostri clienti che la gestione dei rifiuti non è molto diversa, nella sua importanza, dalla gestione di un magazzino merci o di materie prime.

Vi rinnoviamo il nostro invito a voler utilizzare il nostro questionario. Una volta terminato, riceverete una nostra mail contenente una valutazione tecnica dello stato di salute della vostra gestione rifiuti. Spetterà a voi successivamente decidere cosa fare per migliorarvi. Noi siamo sempre a vostra completa disposizione per darvi tutto il supporto necessario.

Clicca qui per verificare se la tua azienda gestisce correttamente i propri rifiuti

Ambiente & Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei Vostri rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com