SISTRI (NEWS!)

sistri

Il SISTRI continua ad evolversi, a modificarsi, a semplificarsi, ed in alcuni casi a complicarsi. Per questo motivo si è ritenuto necessario creare questa nuova pagina all’interno del Blog per cercare di rendere facilmente accessibili tutte le informazioni che man mano vengono aggiornate.

SISTRI – soggetti obbligati (aggiornamento Gazzetta Ufficiale n° 99 del giorno 30/04/2014,l decreto 24 Aprile 2014)

 

Sono obbligati ad aderire ed utilizzare il SISTRI, i seguenti soggetti:

–          Enti ed imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che derivino da attività agricole ed agroindustriali con più di 10 dipendenti;

–          Enti ed imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che derivino da attività di costruzione e demolizione e da scavo, artigianali, industriali, commerciali, di servizio, sanitarie con più di 10 dipendenti;

–         Enti ed imprese produttori di rifiuti speciali pericolosi che effettuano attività di stoccaggio;

–         Enti ed imprese che effettuano la raccolta, il trasporto, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti urbani nella Regione Campania;

–         Enti ed imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi derivanti da attività di pesca professionale ed acquacoltura che abbiano più di 10 dipendenti

Permane ad oggi l’esenzione dall’adesione al SISTRI per i produttori di rifiuti speciali non pericolosi, i quali ovviamente possono aderire al SISTRI in maniera facoltativa.

Sono esentati dall’obbligo di adesione al SISTRI:

–         Enti ed imprese, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi, che indipendentemente dal numero di dipendenti conferiscono i propri rifiuti nell’ambito di circuiti organizzati di raccolta come descritto all’articolo 183 comma 1 lett. pp) del D.Lgs. 152/2006

–         Enti ed imprese, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi, che indipendentemente dal numero di dipendenti, sono iscritti alla sezione speciale “imprese agricole” del Registro imprese e che conferiscono i propri rifiuti nell’ambito di circuiti organizzati di raccolta come descritto all’articolo 183 comma 1 lett. pp) del D.Lgs. 152/2006.

–         Enti ed imprese, produttori di rifiuti speciali non pericolosi, indipendentemente dal numero di dipendenti.

Per i soggetti esclusi dall’ obbligo di adesione al SISTRI, permane l’obbligo di tenuta dei registri di carico e scarico secondo le modalità previste dalla vigente normativa.

Aggiornamento Contributi

Con la pubblicazione del Decreto Milleproroghe del 2014 sono state introdotte delle novità in merito al doppio binario (tenuta del registro di carico e scarico e delle schede SISTRI) e sul fronte dei contributi da versare.

– Proroga al 31 dicembre 2015 del regime del doppio binario;

– Dal 1 Febbraio 2015 scattano le sanzioni per mancata iscrizione o mancato versamento del contributo SISTRI. Entro tale data dovrà essere versata la quota relativa al 2014;

– Entro il 30 Aprile 2015 dovrà essere versata la quota relativa al contributo per l’anno 2015;

– E’ stata prorogata al 30 Giugno 2015 l’entrata in vigore del divieto di conferimento in discarico di rifiuti con potere calorifero inferiore PCI > 13000 KJKg

Ambiente & Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.