MUD 2018

  1. Premessa

La legge 205/2017 prevede la proroga a fine 2018 del periodo transitorio (previsto dal D.L. 101/2013) in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI), così come previsti dagli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 , nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni.

In particolare l’articolo 189 c.3 prevede che chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione, le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento di rifiuti, i Consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, nonché le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi e le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, lettere c), d) e g), comunicano annualmente alle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura territorialmente competenti, con le modalità previste dalla legge 25 gennaio 1994, n. 70, le quantità e le caratteristiche qualitative dei rifiuti oggetto delle predette attività.

Il Decreto del Presidente del Consiglio del 28 dicembre 2017 contiene il modello e le istruzioni per la presentazione delle Comunicazioni entro il 30 aprile 2018, con riferimento all’anno 2017, da parte dei soggetti interessati che sono così individuati:

  1. Comunicazione Rifiuti
  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall’articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g)).

Si ricorda inoltre che sono esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD, in base alla Legge 28 dicembre 2015, le imprese agricole di cui all’articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02.

  1. Comunicazione Veicoli fuori uso
  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.
  1. Comunicazione imballaggi
  • Sezione Consorzi: Conai o altri soggetti di cui all’articolo 221, comma 3, lettere a) e c)
  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 152/2006.
  1. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  • Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014.
  1. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  • Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati.
  1. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche
  • Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

Il MUD 2018 introduce delle novità e nella tabella sottostante è possibile leggerle per singola categoria.

Tipologia di comunicazione Novità già introdotte negli anni scorsi e confermate
Comunicazione rifiuti semplificata e comunicazione rifiuti I soli soggetti che producono, nella propria unità locale, non più di 7 rifiuti per i quali sono tenuti a presentare la dichiarazione e ,per ogni rifiuti, non utilizzano più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali possono presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale tramite la Comunicazione riportata in allegato 2 del D.P.C. 28 dicembre 2017.

NOVITA’: La comunicazione va compilata esclusivamente inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it ottenendo così il file PDF stampabile dalla comunicazione rifiuti semplificata.

Il file generato dovrà essere firmato con firma autografa o digitale, dovranno essere versati i diritti di segreteria ed inviata telematicamente unitamente ad una copia del documento di identità del dichiarante e la copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente.

L’invio telematico avviene esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it

Ogni mail inviata dovrà contenere un’unica dichiarazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del produttore.

I diritti di segreteria devono essere versati utilizzando un bollettino di conto corrente postale indicando nella causale di versamento il codice fiscale del dichiarante e la dicitura “Diritti di segreteria MUD – (legge 70/1994)”

Comunicazione Rifiuti – Veicoli Fuori Uso  Non vi sono novità introdotte per il MUD 2018
Comunicazione Produttori AEE Non vi sono novità introdotte per il MUD 2018
Comunicazione Rifiuti –  Imballaggi Il Conai dovrà comunicare, per via telematica tramite la scheda SBOP, alla Sezione nazionale del Catasto dei rifiuti i dati sull’utilizzo annuale di borse di plastica di materiale leggero, acquisiti dai produttori e dai distributori di borse di plastica, in attuazione di quanto previsto dall’articolo 220-bis del decreto legislativo n. 152/2006, recante “Obbligo di relazione sull’utilizzo delle borse di plastica”.
Comunicazione Rifiuti – Gestori rifiuti di imballaggio Non vi sono novità introdotte per il MUD 2018
Comunicazione Rifiuti – Gestori RAEE Non vi sono novità introdotte per il MUD 2018
  1. Trasmissione alla camera di commercio

La presentazione alla Camera di Commercio deve essere fatta per via telematica esclusivamente www.mudtelematico.it . Si ricorda che la trasmissione cartacea della documentazione non è più prevista.

Il file che viene generato, tramite l’ausilio di apposito software rilasciato sul sito ecocerved, può contenere le dichiarazioni relative a più unità locali, sia appartenenti ad un unico soggetto dichiarante che appartenenti a più soggetti dichiaranti (dichiarazione multipla).

Ogni dichiarazione può contenere varie comunicazioni.

La comunicazione semplificata deve essere inviata su supporto cartaceo a mezzo raccomandata senza avviso di ricevimento.

  1. Scadenza

Si ricorda che come ogni anno la scadenza è fissata al 30 Aprile 2018

  1. Diritti di segreteria

I diritti di segreteria per l’invio telematico sono fissati a € 10,00 per ogni unità locale dichiarante, a prescindere dal numero di comunicazioni e può essere versato tramite carta di credito o Telemaco Pay. Il diritto per la trasmissione della comunicazione semplificata è fissato a € 15,00 da versare con le modalità stabilite da ogni singola camera di commercio.

Servizi di Consulenza:  Ambiente & Rifiuti è a vostra disposizione come ogni anno per darvi supporto nella compilazione delle dichiarazioni MUD. Contattaci per richiedere maggiori informazioni ed un preventivo.

Per richiedere info e preventivi: v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

Annunci

3 pensieri su “MUD 2018

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.