La gestione dei rifiuti in azienda potrebbe costare meno di quanto pensi

logo_laForgiaIl titolo dell’articolo già racconta tutto di quanto stiamo, brevemente, per parlare. Brevemente si perchè ormai se ne parla in tutte le salse ed in tutti i colori, ed alcuni articoli potete ritrovarli visitando il blog sul quale siete come sempre tutti i benvenuti.

Sarà per deformazione professionale, sarà perchè mi piace essere preciso ed incisivo nel mio lavoro, ma secondo me la gestione dei rifiuti nelle nostre aziende è ben lungi dall’essere corretta e tale da evitare sanzioni di qualche tipo in caso di controllo. E’ bene dire che la gestione dei rifiuti in azienda, che non è molto diversa dal fare la raccolta differenziata in casa, passa attraverso due fattori fondamentali:

1) Cultura ambientale del personale aziendale;

2) Conoscenza delle normative ambientali inerenti la corretta gestione dei rifiuti.

La prima incide in tutte le nostre azioni quotidiane, dal non gettare il mozzicone di sigaretta per terra, alla separazione dei rifiuti in casa per poterli avviare ad un corretto recupero (qui non vogliamo parlare di tutto ciò che accade a valle e delle lamentele che spesso sento: “Io faccio la differenziata in casa ma vedo che i netturbini gettano tutto in un unico cassone”. Queste sono altre faccende di cui prima o poi ci occuperemo). Questo punto quindi è fondamentale anche nelle aziende e negli enti affinché i rifiuti siano differenziati e riposti nei giusti contenitori. Già perchè è necessario sapere che a seconda del tipo di rifiuto che dobbiamo gestire varia il tipo di contenitore. Per esempio, rifiuti acidi, o batterie al piombo, o tubi fluorescenti al neon ecc… hanno un loro contenitore che impedisce ad eventuali acidi, liquidi ed altro di fuoriuscire tutelando l’ambiente circostante e la sicurezza dell’Uomo.

Il secondo punto verte invece sulla sensibilità delle tasche aziendali, ossia se non vuoi spendere denaro in sanzioni è bene mettersi in regola con la gestione dei rifiuti. Purtroppo ad oggi, nonostante la cultura della gestione del rifiuto speciale si stia diffondendo, assisto ancora a scene paradossali in cui le aziende gettano i loro rifiuti speciali tra i rifiuti urbani arrecando di fatto un danno alla collettività. Non si è ancora compreso che si sostengono delle spese nell’acquisto delle materie prime e si ottengono dei ricavi dalla vendita di beni e servizi, il prezzo di vendita di questi beni prodotti deve contenere al suo interno anche i costi di smaltimento. Purtroppo, è brutto dirlo, ma la gestione dei rifiuti, come quella per la sicurezza sul lavoro ha un costo. Ha un costo in termini di gestione operativa:

  1. Classificazione e caratterizzazione dei rifiuti;
  2. Redazione schede di caratterizzazione rifiuti;
  3. Organizzazione del deposito temporaneo;
  4. Gestione del deposito temporaneo;
  5. Registrazioni di carico e scarico rifiuti;
  6. Controllo delle autorizzazioni dei fornitori;
  7. Controllo di eventuali obblighi di trasporto in ADR;
  8. Compilazione dei formulari di identificazione rifiuti;
  9. SISTRI;
  10. MUD;

Come vedete gli adempimenti sono tanti, ed è bene che ogni azienda sia in grado di gestirli con del personale qualificato. Purtroppo, vedo troppo spesso gente non formata e non informata che viene designata alla gestione dei rifiuti come se fosse un inconveniente che deve essere in qualche modo appioppato a qualcuno, quando invece è importante saper gestire bene i propri rifiuti anche nell’ottica di un risparmio economico o di un eventuale guadagno.

E’ vero che nel nostro paese tra tasse,balzelli ed oneri di vario tipo è diventato complicato lavorare ma se qualcuno desse un’occhiata alle sanzioni che potrebbe subire a fronte di quanto li costerebbe gestire correttamente i propri rifiuti con pochi e semplici accorgimenti, probabilmente ci si renderebbe conto che vale la pena gestirli bene questi benedetti rifiuti. In fondo noi parliamo di rifiuti ma altro non sono che una risorsa per il ciclo produttivo visto che gran parte di essi oggi è possibile riciclarli.

Un buon consulente può guidarvi nella corretta gestione dei rifiuti supportandovi nella classificazione e caratterizzazione degli stessi, indicandovi le modalità migliori con le quali realizzare un deposito temporaneo, fornendovi strumenti ed informazioni sulla gestione operativa dei rifiuti, ma soprattutto aiutandovi nella scelta di fornitori seri e qualificati ed autorizzati alla gestione dei vostri rifiuti. Questa pratiche che potrebbero prevedere un costo iniziale si ripagano da sole nel tempo evitandovi inutili sanzioni da parte degli organi di controllo ed assicurandovi un costo di smaltimento/recupero rifiuti competitivo sul mercato perchè il vostro consulente avrò modo di confrontare tra di loro diversi operatori del settore avendo a cuore i vostri interessi.

Ambiente & Rifiuti – Consulenza Tecnica per la gestione dei rifiuti

Ing. Vito la Forgia – v.laforgia@ambiente-rifiuti.com

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.