Differenziare si può…se lo sai fare

Fare la raccolta differenziata non è complicato e non richiede grandi scienziati o luminari per comprendere che rifiuti raccolti per categorie omogenee ottimizzano la raccolta ed il trattamento ed il successivo recupero dei materiali.

Gli altri paesi europei, a differenza del nostro paese, hanno capito da moltissimo tempo che la strada del riciclo e della raccolta differenziata è l’unica via possibile per ottenere una riduzione degli sprechi, una riduzione dell’estrazione delle materie prime, un aumento della redditività, un aumento dei posti di lavoro.

L’Italia si è lentamente adeguata al sistema della raccolta differenziata, lentezza che è giustificata da un impianto normativo farraginoso e fin troppo burocratico nonché ricco di incertezze, mancata informazione verso i cittadini, carenza di infrastrutture tali da permettere una buona raccolta differenziata.

I dati pubblicati nel 2012, indicano chiaramente che nonostante tutto il nostro paese si sia comunque avviato verso la buona abitudine della raccolta differenziata seppur con velocità diverse a seconda dell’area geografica.

Se nel nord Italia vediamo le regioni correre a passo svelto verso un incremento dei tassi di raccolta con Veneto in testa, tali percentuali di raccolta crollano in maniera drastica non appena si scende nel centro in Italia per diventare quasi nulla nelle regioni meridionali.

Continua a leggere…

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.