Aria compressa per il trasporto di rifiuti

L’Ingegneria Ambientale, l’uso delle nuove tecnologie, la sinergia che si può creare tra i vari campi della tecnica porta inevitabilmente a risultati che potrebbero sembrare futuristici (la realtà è che la tecnologia di cui parliamo è ormai datata in Europa). E’ il caso del nuovo sistema di raccolta e trasporto di rifiuti urbani sviluppato in Svezia. Tutti sappiamo che una delle principali fonti di inquinamento, e di dispendio economico è rappresentata dall’utilizzo di automezzi che vagano per le città raccogliendo i rifiuti urbani che noi tutti produciamo.

Un sistema basato sull’utilizzo di tubi ad aria compressa può eliminare definitivamente l’utilizzo degli automezzi per la raccolta dei rifiuti, convogliandoli direttamente ad un centro di raccolta. La tecnologia di cui stiamo parlando è stata brevettata dalla locale Encav ed è dedicata alla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Come anticipato, l’intero sistema è basato sull’utilizzo di aria compressa, che attraversa un sistema di tubi sotterranei  ad una velocità di circa 70 Km/h ed in grado di spingere i rifiuti urbani dal punto di conferimento al centro di raccolta. Un sistema siffatto è in grado di ridurre i tempi di consegna dei rifiuti agli impianti di selezione e trattamento, non espone il rifiuto a processi di degradazione in aree urbane con la conseguente possibilità di attirare fauna ed alimentare cattivi odori.

La realizzazione di un sistema del genere, nonostante richieda energia, che potrebbe essere prodotta con fonti di energia rinnovabili, richiede in ogni caso meno energia di quella impiegata per far muovere automezzi alimentati il più delle volte con combustibili fossili.

Il sistema svedese, inaugurato 50 anni fa, è stato ripreso successivamente in molte città europee come Londra e Parigi, e in questi giorni viene installato nel quartiere milanese Varesine- Porta Nuova dove  sono in costruzioni abitazione per 400 famiglie. L’impianto entrerà in funzione nell’aprile del 2013, e qualora in italia dovessero riscontrarsi i vantaggi e benefici già riscontrati in Svezia potrebbe essere possibile estendere tale tecnologia ad altre grandi città.

Ciò che lascia perplessi sono i tempi con i quali metodi vincenti per la raccolta differenziata che possono fare la differenza, vengono introdotti nel nostro paese.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.