Esenzione contributo SISTRI per il 2012. Miraggio o realtà?

Accolta in conferenza delle regioni e già presentata in conferenza stato-regioni l’istanza del Piemonte volta ad introdurre l’esenzione dal pagamento del contributo SISTRI per il 2012, la cui scadenza come ricordiamo è fissata per il 30 aprile.

Si riporta di seguito alcuni commenti.

Assessore Ravello, Coordinatore della Commissione Ambiente ed Energia: “Esprimo soddisfazione per la scelta unanime compiuta dalle Regioni nel richiedere al Ministero il riconoscimento  degli sforzi finora compiuti dagli operatori di settore nell’affrontare la fase sperimentale tuttora in corso. Ora confidiamo che il Governo dia seguito alla proposta inoltratagli dal Presidente Errani: ciò consentirebbe l’introduzione di una giusta premialità nei confronti di quei soggetti per  i quali è prescritta l’iscrizione al SISTRI, circa 300 mila imprese in tutta Italia, che hanno già versato il contributo legato agli oneri di funzionamento del sistema 2010 e 2011, nonostante la non operatività del servizio. In un momento di forte crisi economica, non sarebbe giustificabile richiedere al sistema produttivo italiano il versamento di un corrispettivo per un servizio non ancora attivo, che peraltro ha comportato problemi di sovrapposizione tra il vecchio dispositivo cartaceo, fatto di registri di carico e scarico e formulari, e l’innovativo metodo elettronico di tracciabilità introdotto, con tutti i disagi legati alla sua sperimentazione.”

In conclusione di articolo, si ritiene sia giusto che il Governo esenti le aziende dal pagamento del contributo SISTRI per il 2012 in considerazione del fatto non che il SISTRI sia un bellissimo sistema innovativo per gestire i rifiuti (e ricordiamo che il SISTRI non è un sistema gestionale) ma in considerazione del fatto che per due anni le aziende hanno versato denaro al ministero senza ricavarne alcunché in termini di maggior legalità o tracciabilità dei flussi dei rifiuti che al momento permane comunque in uno stato comatoso e confusionario a causa delle continue modifiche normative.

Auspichiamo che venga presa la decisione giusta e che si lavori ad una reale ri-progettazione del SISTRI prima della sua piena operatività.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.