Nuovo test SISTRI

Sul sito del SISTRI http://www.sistri.it è comparso un comunicato circa il nuovo test SISTRI che dovrebbe tenersi nei giorni 23, 24, e 25 Novembre 2011.

Il ministero dell’Ambiente annuncia, in data 14 Novemebre, che la prossima sessione dei Test di sperimentazione è riservata ai soffetti che dovranno rispettare la data di partenza del 9 Febbraio 2012.

Il Ministero auspica “una partecipazione effettiva, convinta e la pi ampia possibile dei soggetti interessati ai test programmati..

La nota richiamata dal medesimo comunicato e attributita al capo della segreteria tecnica del MATTM, precisa che “le segnalazioni delle imprese che parteciperanno ai test dovranno pervenire almeno 7 giorni prima della data di effettuazione dei test stessi”. Si può da ciò comprendere che il ministero dell’ambiente presuma che i produttori di rifiuti  che sono circa 73.000, i trasportatori che ammontano a 20.000, gli impianti che si aggirano intorno ai 10.000 e i comuni interessati che sono circa 551 oltre agli enti e le imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania, che come ricordiamo sono coinvolti dal SISTRI, siano ingrado di fornire la loro adesione in brevissimo tempo dall’emissione del comunicato. A ciò dobbiamo poi aggiungere che tutti questi soggetti dovranno essere  in grado di fermare le loro attività, magari paralizzando l’attività di uno o più dipendenti preposti alle operazioni sistri, affinchè aggiorni tutti i dispositivi elettronici, prepari la documentazione necessaria, ripassi le nozioni inerenti il SISTRI, si predisponga alla segnalazione di eventuali anomalie.

Pur essendo, da parte del Ministero una mossa magnanima per coinvolgere gli attori obbligati, è purtroppo un gesto ridotto nei tempi e che non può essere seguito da tutti considerando il periodo di crisi economica, di personale ridotto e sovraccarico di lavoro.

A ciò deve essere aggiunto il filtro che verrà rappresentato dalle associazioni di categorie che individueranno tra le imprese che vorranno aderire quelli più idonei al test, e ciò è alquanto contro produttivo in una fase di test poiché riduce il numero di soggetti attivi.

Per tutti i soggetti che parteciperanno al test, viene fornito un questionario per i feedback finalizzato a “individuazione dei miglioramenti da accogliere, l’adeguamento del sistema con il recepimento delle modigiche e delle semplificazioni da apportare”.  Considerando il modo in cui la scheda è stata redatta ossia registrazione tempi di risposta del sistema, e generiche valutazioni sulle interfacce grafiche, non si comprende come tali questionari possano essere realmente di supporto a chi sta sviluppando il software di gestione del SISTRI.

E’ auspicabile, attualmente che il mondo dell’imprenditoria coinvolta dal SISTRI faccia sentire la sua voce portando il proprio reale contributo alle modifiche del SISTRI, in quanto il solo questionario dal ministero proposto potrebbe far insinuare il timore che le modifiche che verranno apportate siano meramente ridotte ad un restyling grafico più amichevole per gli operatori ma che nasconda poi i problemi tecnici ancora persistenti nel sistema.

Solo in questo modo è possibile apportare quelle modifiche sostanziali al SISTRI che permetteranno di mettere  realmente in piedi un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti che realmente sia in grado di essere di supporto alle aziende, che riduca i costi di gestione, e riduca i tempi di registrazione dei movimenti oltre a rappresentare un valido sistema di tracciamento dei rifiuti a disposizione delle forze dell’ordine.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.