Semplificazioni Sistri in arrivo

Semplificazioni in vista per il Sistri grazie al nuovo testo sullo statuto delle imprese che ha visto la la luce la settimana scorsa quando è stato  approvato all’unanimità del senato. Approderà ora alla Camera dove, se non ci dovessero essere ulteriori sorprese, il testo dovrebbe coincidere con quello approvato dal senato.

Tale nuovo testo dovrebbe dare respiro alle piccole aziende sin troppo oberate da adempimenti, che se per le grandi aziende possono essere ininfluenti o quasi, divengono invece pesanti macigni per le piccole imprese che devono lottare tutti i giorni con burocrazia e tasse.

Sul fronte del SISTRI, questo nuovo testo dovrebbe portare delle semplificazioni e degli alleggerimenti. Infatti quando la legge entrerà in vigore, lo Stato, le regioni, gli enti locali e gli enti pubblici, saranno tenuti a valutare l’impatto delle iniziative legislative e regolamentari sulle imprese, prima della loro adozione, prevedendo criteri di proporzionalità e di gradualità in base alle dimensioni, al numero di addetti e al settore merceologico dell’impresa. In pratica dovrebbe verificarsi quanto segue: le piccole imprese avranno a disposizione dei tempi di adeguamento più lunghi rispetto alle grandi aziende e una serie di adempimenti minori rispetto a queste ultime.

Dal punto di vista del sistema SISTRI, che recepisce come ricordiamo la direttiva europea sulla tracciabilità dei rifiuti pericolosi, dovrebbero esserci delle agevolazioni. Infatti ad oggi il SISTRI prevede uguali adempimenti per chi svolge l’attività di trasportatore di sostanze chimiche e di chi invece svolge la semplice attività di imbianchino. Ricordiamo però che quest’ultimo ad oggi subisce degli oneri sicuramente improponibili per mandare avanti la propria attività, grazie allo statuto dovrebbe  invece essere leggermente agevolato.

Ma i vantaggi non dovrebbero finire qui, infatti le pubbliche amministrazioni, non potranno più richiedere alle imprese, in fase di verifica, adempimenti ulteriori rispetto ai minimi requisiti indicati dalle camere di commercio. Ciò significa la perdita di pesanti adempimenti per le imprese che saranno quindi più libere di svolgere il proprio lavoro. Ciò infatti si sposa benissimo con le pesanti sanzioni che spesso hanno costretto le aziende a chiudere la propria attività a causa di pareri contrastanti da parte degli stessi soggetti dell’amministrazione pubblica ai quali vengono richiesti pareri prima che vengano effettuati dei controlli nelle aziende proprio al fine di evitare le sanzioni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.